Vertice Ue ad Atene. Violenti scontri in piazza, c’è un morto

By Redazione
On 18 ottobre 2012 At 20:55

Category : Agorà

Responses : No Comments

Immagine

photo credit: cgommel via photopin cc

Merkel:”la Grecia rimarrà nell’Eurozona, ma a patto che rispetti le prescrizioni della Troika (Bce, Fmi e Ue). L’Ue deve poter avere voce in capitolo di bilancio dei singoli stati sovrani”. Ma in piazza gli Ateniesi non ci stanno e sorgono manifestazioni e scontri in strada. Morto un manifestante.


La Merkel annuncia agli scolaretti greci che apprezza i grandi passi in avanti che stanno compiendo per soddisfare le richieste dell’UE, ma poi ci tiene a precisare che “è necessario dare agli organi decisionali europei maggiore spazio in materia di capitolo di bilancio dei Paesi membri dell’UE”, solo così infatti si potrà risanare del tutto l’economia greca. La cancelliera tedesca propone anche che, con i soldi ricavati ad esempio dalla Tobin Tax, vengano stanziati finanziamenti che possano essere d’aiuto per i Paesi più arretrati dell’Eurozona: in sintesi aiuti per Spagna, Grecia e forse Italia.

Il problema di lunga data della Grecia”, ha spiegato il primo ministro tedesco, “è quello della corruzione e dello sperpero. Soltanto con una serie di politiche che estirpino dal sistema ellenico questi due cancri è possibile pensare ad una ripresa dell’economia dello Stato e un abbattimento del debito pubblico”. Subito dopo ha precisato che in questo senso si sono già compiuti enormi passi avanti rispetto ai mesi scorsi. A queste parole della Merkel risponde Hollande, che oggi ha incontrato Monti. Proprio Hollande ha infatti rilanciato la proposta di un’unione bancaria al fine di mettere in condizione l’Europa di erogare direttamente risorse ai Paesi bisognosi a tassi d’interesse vantaggiosi. Il premier socialista ha poi lanciato i suoi strali contro la Merkel dicendo che il vertice dell’UE di Atene non ha lo scopo di pianificare “un’unione di bilancio, bensì un’unione bancaria”. Sempre il primo ministro francese ricorda alla Merkel che, nonostante le sue preoccupazioni per le elezioni politiche in Germania del 2013, i veri moventi dell’azione franco-tedesca dovrebbero riguardare il bene dell’Unione intera e non solo quelli della Germania.

Ma la tensione salita tra i due premier è nulla rispetto a quella esplosa per le vie della capitale greca.

Fuori dal Parlamento greco il bilancio degli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine è di un morto e cinque feriti, ma le statistiche sembrano destinate a crescere. Alcuni manifestanti, che sono stati individuati come black block, avrebbero tentato di forzare il cordone di sicurezza della polizia che avrebbe reagito con una violenta serie di cariche. Proprio a seguito del lancio di lacrimogeni  per disperdere i riottosi pare che sia morto d’infarto l’operaio sessantacinquenne.

Gli Ateniesi, scesi tre volte in piazza nell’ultima settimana e anche oggi in 25.000, si lamentano per il fatto che il loro Paese debba sborsare l’esosa cifra di 11 miliardi di euro per soddisfare la Troika, che, per tutta risposta, pretende di aiutare il Paese tagliando di netto il welfare. Alle proteste ha aderito anche il sindacato Gsee, che opera nel settore privato e che conta circa due milioni di iscritti, cioè la metà dei lavoratori greci.

                                                                                                                                                di Fabrizio Leone

Oltremedianews è un sito web di informazione indipendente, impegno sociale e partecipazione politica. Non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge 62/2011. Le notizie e le immagini inserite in questo sito sono di nostra produzione, e sono quindi distribuite con la licenza di cui sotto, oppure provengono dal web. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, basta che ci scriviate e saranno subito rimosse senza discussioni“.

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com