Ungheria: la campagna “anti-anti-immigrazione” del Partito del Cane a due code!

Combattere la propaganda governativa con la satira? In Ungheria ci pensa il Partito del Cane a due code (Kétfarkú Kutya) una pseudo forza politica, nata nella città di Szeged nel 2006, che di recente si è resa protagonista per la campagna “anti-anti-immigrazione” in contrasto con la propaganda governativa.ungheria cane a due code

Come? Attraverso il crowdfunding il Cane a due code ha raccolto oltre 100,000 € da investire in manifesti contro-propagandistici, operazione che si è avvalsa della collaborazione di un blog critico, Faccia tosta (Vastagbőr). Vediamo quali sono i più divertenti.

2 Gli immigrati mangiano il lavoro! (foto tratta da Facebook)

3

Qui verrà presto costruita una stazione spaziale! (foto tratta da Facebook)

4

Se sei il Primo Ministro d’Ungheria, puoi costruirti uno stadio con i soldi di tutti – In riferimento alla costruzione dello stadio Felcsút, città natale del Primo Ministro Orbàn (grande appassionato di calcio), un paese di poco più di 1500 abitanti. (foto tratta da Facebook)

5

Lasciate ogni speranza, o voi che entrate! Una citazione del nostro Dante. (foto da facebook)

6

Lo sappiamo che rubate (foto da facebook)

7

Se vieni in Ungheria, porta con te un’altra persona! (foto da Facebook)

8

Sono sopravvissuto alla campagna ungherese anti-immigrazione! (Foto da Facebook)

9 Santo Stefano disse al Principe Imre: il Paese con una sola lingua e una sola tradizione culturale è debole e fragile. (Foto tratta da HVG.hu)

10 Benvenuti in Ungheria. Chiusa la domenica. In riferimento ad una normativa recente che obbliga quasi tutti i supermercati a restare chiusi la domenica. (Foto tratta da HVG.hu)

http://mkkp.hu/wordpress/ http://vastagbor.atlatszo.hu

Federico Preziosi

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com