Ungheria: ecco il referendum sui migranti

La cosiddetta “emergenza migranti” continua a tenere banco nel vecchio continente. Dopo la svolta a destra di alcuni paesi, ad esempio l’Austria, e la minaccia di innalzare nuovi muri ai confini, ecco che torna a farsi sentire l’Ungheria dell’ultraconservatore Viktor Orban.

Leggi: “Le riforme ungheresi funzionano”. La campagna informativa del governo Orban

Pochi giorni fa, infatti, il parlamento di Budapest, su consiglio dello stesso premier, ha deciso di indire un vero e proprio referendum per decidere come ripartire le quote di rifugiati tra i paesi dell’Unione Europea. La proposta ha avuto un ampio appoggio da tutti i parlamentari magiari, ben 136 voti favorevoli su 199 totali.

Adesso si dovrà solamente decidere in che data organizzare tale consultazione popolare che, probabilmente, si svolgerà il prossimo autunno. Lo stesso Orban, che aveva fatto una tale richiesta lo scorso febbraio, si è detto felice che il Parlamento ungherese abbia dato il via libera ad una proposta del genere.

Si tratta dell’ennesimo modus operandi esclusivo nei confronti dei migranti, portato avanti, almeno finora, da molti paesi del Vecchio Continente. Una politica in cui il dialogo e la ricerca di una soluzione vengono messi totalmente da parte per far spazio al razzismo, alla xenofobia e alla chiusura mentale e culturale.

Romano di nascita, laureato in Scienze Storiche.
Attualmente autore presso “Oltremedia”, ho collaborato con “Linkursore”.
Mi interessa parlare dei lati più nascosti della mia città, ma anche della cultura e del mondo che mi circonda.

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com