Ttip: il corteo romano contro il trattato di libero scambio euro-americano

Sono state circa 30.000 le persone che, sabato scorso, hanno invaso le strade di Roma per dire no alla firma del Ttip ( Partenario Transatlantico sul Commercio e gli Investimenti). Moltissime di queste sono giunte da numerose parti d’Italia per far sentire la loro voce contro un patto del genere e per ricordare, come citava lo striscione in testa, ” le persone prima dei profitti“.

Leggi: A Roma la manifestazione nazionale contro il TTIP

Da varie organizzazione ambientaliste conosciute a livello mondiale fino ad alcune sigle sindacali e partiti politici del panorama italiano, sono state molte le sigle che hanno dato il loro appoggio agli organizzatori del corteo. Una grande massa di persone festosa e colorata, che si è diretta verso piazza San Giovanni per ascoltare il comizio finale.

Dal palco hanno preso la parola diverse personalità, ad esempio il segretario della CGIL Susanna Camusso, che hanno criticato, sotto numerosi punti di vista, questo accordo che viene portato avanti nel massimo della segretezza. Sono pochi i media che, almeno finora, ne hanno parlato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Solo pochi giorni fa sono venute fuori poche e confuse notizie su questo patto dopo che l’associazione ambientalista di Greenpeace aveva rivelato alcuni “scottantidocumenti conosciuti come “Ttip-leaks“. Un successo comunque, al di là dei numeri, che fa ancora più sperare in vista del prossimo 13 maggio.

Leggi: TTIP, Greenpeace svela documenti segreti

!3 maggio, giorno in cui al Parlamento Europeo, si cercherà di stringere ancora di più i tempi di chiusura dell’accordo, proprio per evitare che in molti parlamentari si potrebbe insinuare il dubbio sulla genuinità di tale accordo. La speranza di coloro che stanno portando avanti la campagna StopTTIP, è che la portata di questa giornata di mobilitazione contribuisca a far rallentare ulteriormente i lavori.

Aggiornamenti sul sito della campagna italiana: stop-ttip-italia.net.

Romano di nascita, laureato in Scienze Storiche.
Attualmente autore presso “Oltremedia”, ho collaborato con “Linkursore”.
Mi interessa parlare dei lati più nascosti della mia città, ma anche della cultura e del mondo che mi circonda.

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com