Siria. Usa pronti a inviare altri 200 soldati

La Siria diventerà molto più affollata nelle prossime ore in quanto la Casa Bianca ha annunciato di essere pronta ad aumentare il proprio impegno militare contro lo Stato Islamico.  Ora che i russi e l’esercito siriano hanno conseguito risultati anche importanti come la liberazione di Palmira, ecco che gli americani accelerano e promettono di inviare altri 200 soldati in Siria per addestrare presunte formazioni di insorti moderati in vista dell’attacco su Raqqa.

La sensazione è che gli americani vogliano in qualche modo provare a coordinare un attacco su Raqqa da parte dei ribelli “moderati” forse per evitare che le truppe di Assad  con l’ausilio dei russi realizzino da sole la riconquista della Siria. In parallelo verrebbe anche lanciata l’offensiva su Mosul, altra metropoli nelle mani del Califfato in Iraq, e quindi nelle prossime settimane gli americani potrebbero anche essere impiegati in azioni dirette sul terreno. Del resto gli elicotteri Apache verranno coinvolti nelle operazioni dell’esercito iracheno evidentemente perchè l’obiettivo è quello di riprendere Mosul e Raqqa entro e non oltre la fine del 2016.

Attualmente  inoltre, gli Stati Uniti dispongono sul territorio iracheno di circa 5000 uomini, e finora gli Usa si sono tenuti  defilati lasciando che l’Isis conquistasse terreno senza fare molto per impedirglielo. Dunque a dispetto del cessate il fuoco i prossimi mesi sembrano preannunciarsi come decisivi per capire il futuro della Siria, ancor più che ad Aleppo  si preannuncia una imminente battaglia che potrebbe risultare decisiva proprio per determinare il futuro del Paese.

Laureato in Storia Contemporanea, ha da sempre coltivato una viva passione per la scrittura e per il giornalismo. Appassionato di politica estera partecipa sin dagli inizi al progetto di “Oltremedia” .

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com