Siria. Usa cominciano a riconoscere un ruolo “costruttivo” a Mosca

A distanza di mesi dall’inizio della campagna russa in Siria forse qualcuno anche in Occidente sta cominciando ad ammettere che Mosca sta contribuendo alla lotta allo Stato Islamico, soprattutto dopo la liberazione di Palmira da parte dell’esercito siriano e con il supporto aereo russo, un successo militare strategico che certifica come il Daesh sia in una fase di estrema difficoltà.

La riconquista di Palmira da parte delle truppe di Assad negli scorsi giorni ha certificato questo trend e ora anche il portavoce del Pentagono, Peter Cook, ha riconosciuto nel corso di un briefing a Washington (Washington Times)  il ruolo costruttivo della Russia in Siria riguardo al cessate il fuoco e non solo. “E’ chiaro che ora essi hanno focalizzato la loro attenzione militare sull’Isis, e noi crediamo che sia una buona cosa“, ha detto Cook, senza però rinunciare a ricordare che il processo di pace dipenderà dalle scelte che dovrà effettuare il presidente Assad. Le dichiarazioni di Cook comunque per la prima volta hanno lasciato una sorta di apertura nei confronti di Mosca, e unendo queste dichiarazioni con il viaggio compiuto dal Segretario di Stato Kerry in Russia la scorsa settimana per incontrarsi con Putin si potrebbe arguire che forse siamo di fronte a parziali prove di disgelo, almeno per quanto riguarda il Medio Oriente.

Evidentemente dopo la liberazione di Palmira qualcuno alla Casa Bianca ha semplicemente preso atto del mutato quadro sul campo in Siria, e ha cominciato ad agire di conseguenza. Del resto fin dall’inizio della campagna siriana della Russia gli americani avevano sempre accusato il Cremlino di essere intervenuto solamente per colpire i gruppi di opposizione moderata, quindi questo cambio di approccio potrebbe essere gravido di conseguenze nel breve e medio periodo.

Photo Credit: By “DoD photo by Master Sgt. Ken Hammond, U.S. Air Force.” [Public domain], via Wikimedia Commons

Fonte Utile: http://www.washingtontimes.com/news/2016/mar/29/putins-russian-air-force-bombing-islamic-state-eff/?

Laureato in Storia Contemporanea, ha da sempre coltivato una viva passione per la scrittura e per il giornalismo. Appassionato di politica estera partecipa sin dagli inizi al progetto di “Oltremedia” .

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com