RECENSIONE DISCRETA SUL FILM MACBETH

Un bel film da vedere al cinema. Ma anche al teatro non è male. Il primopiano al minuto 26:53 è durato 3 secondi in meno del necessario, però le sopracciglia di Michael Fassbender erano fatte bene. Ecco una cosa ho capito della tragedia di Shakespeare: i parrucchieri non sapevano tagliare bene i capelli, però con le sopracciglia avevano cura. Una signora accanto a me non ha capito bene i dialoghi e anche i monologhi, però le pause erano emozionanti. Forse, ma potrei sbagliarmi, le musiche erano giuste. Di quelle che non danno troppo fastidio. Marion Cotillard è stata brava a piangere, credo di aver visto solo un’altra attrice al mondo piangere così, però non sono un fan delle attrici che piangono, perciò ce ne saranno di sicuro anche altre. Il regista non lo conosco.

Voto: 24,73 stelline.

Comincia ad occuparsi di satira sul blog di Luttazzi, dopo la sua chiusura entra a far parte del collettivo di Acido Lattico e Lercio. Collabora con Alessandro Serra (Ales+Fabel) per illustrazioni satiriche e surreali.

Sito: http://fabiobellacicco.altervista.org/

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com