Oltremedia consiglia: Accadde una notte

Oltremedia consiglia: Accadde una notte

Ellie Andrews (Claudette Colbert) è una giovane ereditiera innamorata di un aviatore(Roscoe Karns); il padre (Walter Connolly), che lo ritiene un parassita della società, cerca in tutti i modi di impedire alla figlia di sposarlo, ma lei per dispetto e testardaggine, scappa dallo yacht del genitore e inizia un viaggio verso New York per raggiungere l’amato. Per non farsi trovare decide di muoversi con un pullman Greyhound, tra la gente comune: la ragazza, abituata ad una vita privilegiata, qui apprenderà le difficoltà delle persone messe in ginocchio dalla Grande Depressione, scontrandosi con la realtà del tempo. Durante lo spostamento, Peter Warne (Clark Gable),  un giornalista inaffidabile e astuto, la riconosce e decide di offrirsi da tutore, in cambio di uno scoop esclusivo che darà una svolta alla sua carriera.

I due affrontano insieme varie peripezie, portando avanti un rapporto tutt’altro che amichevole: durante il viaggio sono costretti a spacciarsi per marito e moglie e condividere una camera in un motel, separati soltanto da un lenzuolo bianco (“le mura di Gerico”); le esperienze che vivono, sia positive che negative, e l’intimità cui sono costretti, li fa avvicinare pian piano e conoscere a vicenda. Quando il viaggio è ormai quasi giunto al termine, Ellie si rende conto di essere innamorata di Peter: un piccolo fraintendimento rischia di compromettere la felicità dei due protagonisti, che grazie all’intervento di papà Andrews riusciranno a ritrovarsi e a far cadere “le mura di Gerico”.

È il 1934 quando Frank Capra (Orizzonti perduti, La vita è meravigliosa, Mr. Smith va a Washington), maestro indiscusso della commedia e regista dell’epoca d’oro di Hollywood, decide di girare It Happened One Night, vero e proprio prototipo del road – movie ispirato a un racconto di Samuel Hopkins Adams pubblicato su Cosmopolitan intitolato “Night Bus”. Il copione viene rifiutato diverse volte: quando infine viene accolto dalla Columbia Pictures, Capra ha solo quattro settimane di tempo e un budget limitato per girare quello che sarà uno dei capolavori indiscussi della sua filmografia.
Con l’imperativo di realizzare “una storia semplice per gente semplice”, regia e sceneggiatura lavorano su un prodotto cinematografico fatto di elementi narrativi genuini e sinceri, riprese sapienti, dialoghi frizzanti e scene memorabili.

Gran parte del successo della pellicola è ovviamente riconducibile al cast: Clark Gable e Claudette Colbert, “Together for the first time! insieme per la prima volta come recitano le locandine, accettano controvoglia di recitare nel film, da un lato per problemi legati alla casa di produzione e dall’altro per i pessimi rapporti che correvano tra i due. Per nulla entusiasti di lavorare insieme, Gable e la Colbert con la loro reciproca ostilità furono “sfruttati” saggiamente da Capra per rendere maggiormente realistici e credibili i due personaggi.

Diverse sono le scene indimenticabili del film; da citare il momento in cui Clark Gable si toglie la camicia mostrandosi a torso nudo: oltre ad affermarlo come sex symbol ancora oggi indiscusso, quest’episodio ebbe un enorme effetto sui costumi dell’epoca al punto che nessuno volle più portare la canottiera, provocando un grave declino del settore; altra scena fantastica è quella dell’autostop, in cui Gable si vanta della sua tecnica infallibile per rimediare passaggi, ma viene prontamente smentito dalla Colbert che mostrando la giarrettiera sarà molto più efficace di lui.

Divi a parte, ciò che salta maggiormente all’occhio è la capacità di Capra nel filmare una squisita commedia romantica e poetica, che non sfocia mai nel sentimentalismo facile, ricca di situazioni ardite e leggere allusioni sessuali (per l’epoca); curata minuziosamente è inoltre l’introspettiva psicologia dei personaggi.
Non manca l’elemento tipico del cinema di Capra, ovvero l’esaltazione dell’american way of life con la costante ricerca della felicità personale e la realizzazione del sogno americano.
Accadde una notte è stato il primo film a vincere i cinque maggiori Premi Oscar (Miglior Film, Regia, Sceneggiatura, Attore protagonista, Attrice protagonista), portati a casa successivamente soltanto da Qualcuno volò sul nido del cuculo e Il silenzio degli innocenti.

Titolo originale: It happened one night
Regia: Frank Capra
Sceneggiatura: Robert Riskin
Paese: USA
Anno di produzione: 1934
Casa di produzione: Columbia Pictures
Genere: Commedia, Sentimentale
Colore: B/N
Durata: 106’ circa
Interpreti: Clark Gable, Claudette Colbert,
Walter Connolly, Roscoe Karns
Doppiatori italiani: Gino Cervi, Nella Maria Bonora
Valutazione: 5/5

 

“Tre film al giorno, tre libri alla settimana, dei dischi di grande musica faranno la mia felicità fino alla mia morte.” – François Truffaut

Studio Lettere e Spettacolo alla Sapienza di Roma.
Amo l’arte in ogni sua forma e credo che sia la migliore via di fuga dal mondo. Se potessi essere un film, sceglierei d’essere Manhattan di Woody Allen.
Casomai non si fosse capito, scrivo di cinema.

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com