Oltre confine

Pavlos Fyssas: 5 anni fa l’omicidio del rapper greco per mano dei fascisti di Alba Dorata

By Roberto Consiglio • 14 settembre 2018

La musica, da parecchio tempo, è un ottimo modo per contrastare varie forme di estremismo di destra e i suoi ideali. D’altronde, chi non conosce a memoria almeno una strofa di canzoni partigiane come “Bella Ciao” o “Ribelli della Montagna“?
Purtroppo però, a volte, chi si è cimentato in tale campo continua

Saharawi: la giornata dedicata al popolo del Sahara Occidentale allo spazio sociale Ex 51 di Valle Aurelia

By Roberto Consiglio • 11 maggio 2018

Al mondo d’oggi, in varie parti del mondo, il termine “repressione” è ancora molto attuale. Dai rohingya in Myanmar ai curdi in Siria passando per i palestinesi in Medio Oriente sono ancora troppi i popoli che non vedono riconosciuti i loro diritti fondamentali.
Purtroppo, però, ci sono anche altre storie di continua

Trump e la provocazione israeliana. Intervista a Salameh Ashour

By Nicola Gesualdo • 8 dicembre 2017

Il presidente statunitense, Donald Trump, ha annunciato che l’ambasciata americana in Israele sarà trasferita da Tel Aviv a Gerusalemme, senza per ora indicare i tempi. Inoltre ha affermato: “E’ il momento di riconoscere Gerusalemme capitale di Israele. E’ la cosa giusta da fare”.
Se il Presidente Netanyahu esulta, da molti queste continua

Amburgo: nuovo appello per il rilascio degli arrestati durante il G20 di inizio luglio

By Roberto Consiglio • 13 settembre 2017

Dal 6 all’8 luglio scorso si è tenuta, nella città tedesca di Amburgo, la riunione del G20, vale a dire dei 20 paesi più industrializzati della terra. Per l’occasione, la città anseatica, ha subito una vera e propria militarizzazione con migliaia di forze dell’ordine presenti nelle strade.
Nonostante ciò, sono state continua

G20: repressione in atto ad Amburgo in vista della riunione dei grandi della Terra

By Roberto Consiglio • 3 luglio 2017

Ci risiamo, il 7 e l’8 luglio prossimi si svolgerà l’ennesima “riunione dei grandi della Terra“. Questo evento sarà ancora più importante per due ragioni: la prima è che è un summit del G20 e, di conseguenza, riunisce i 20 paesi più industrializzati del mondo, per essere precisi gli stati continua

Dalle persone per le persone: la Siria di Omar Aziz “Prima che parli il fucile”

By Michele Focaroli • 5 giugno 2017

Tornare in Siria mentre tutti fuggono, tornare a casa mentre casa è in fiamme, divorata all’interno dagli orrori di una guerra sanguinaria e all’esterno da speculazioni politiche che, su quel rogo, disegneranno i prodromi di quella che sarà una vera e propria spartizione del territorio siriano: la figura di Omar continua

SIRIA, “L’ULTIMO GENOCIDIO”: RIFLESSIONI OLTRE LA GEOPOLITICA

By Michele Focaroli • 12 maggio 2017

“Che questo luogo torni ad essere, prima di ogni altra cosa, una casa di discussione permanente”: auspicio ambizioso, quello di Beppe Giulietti, “padrone di casa” e presidente della FNSI – Federazione Nazionale Stampa Italiana, che il 9 maggio è stata sede della presentazione de “L’ultimo genocidio” (Castelvecchi, pp. 192, 17,50 continua

Neocolonialismo: ecco una serie di eventi al BAM di Centocelle

By Roberto Consiglio • 12 maggio 2017

Il neocolonialismo, al giorno d’oggi, è una vera e propria forma di dipendenza, che vari paesi del mondo, soprattutto quelli che fanno parte delle cosiddette aree del Terzo Mondo, sono costretti a subire da paesi occidentali e più sviluppati. Questa parola, il più delle volte, è sinonimo di sfruttamento visto continua

Budapest. Nel cuore delle proteste. Testimonianza diretta

By Redazione • 14 aprile 2017

Migliaia di persone hanno invaso le strade di Budapest ieri notte, occupando il suolo pubblico e bloccando alcuni dei punti nevralgici della città. L’occupazione di ieri notte è una delle numerose manifestazioni contro il governo di Viktor Orbàn, che si sono tenute nel corso delle ultime due settimane, nella capitale continua

UE: i 60 anni dei Trattati di Roma tra molte domande e poche certezze

By Roberto Consiglio • 21 marzo 2017

Il 25 marzo 1957 venivano firmati, presso la sala degli Orazi e dei Curazi del Palazzo dei Senatori al Campidoglio, quelli che sono passati alla storia come i “Trattati di Roma“. Con tale firma si diede vita a quello che era il primo embrione dell’attuale Unione Europea: la CEE ( continua