Le voci dei passanti

Ogni volta che un gruppo di teppisti si intrufola in una manifestazione per distruggere tutto e la gente sente il bisogno di prendere le distanze (“E’ giusto manifestare, ma le violenze non in mio nome”), mi immagino un pirata della strada che uccide delle persone e poi tutti gli automobilisti che devono intervenire per dissociarsi: “Guardate, è giusto prendere la patente e guidare la macchina, ma prendo le distanze dall’investire esseri umani”.

Comincia ad occuparsi di satira sul blog di Luttazzi, dopo la sua chiusura entra a far parte del collettivo di Acido Lattico e Lercio. Collabora con Alessandro Serra (Ales+Fabel) per illustrazioni satiriche e surreali.

Sito: http://fabiobellacicco.altervista.org/

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com