Roma. I lavoratori Ama chiedono parola (Foto e Video)

Questa mattina, presso la sede direzionale dell’Ama (Azienda municipale ambientale), i lavoratori dell’azienda appartenenti all‘Unione Sindacale di Base (USB) e alcuni lavoratori delle cooperative hanno protestato per chiedere l’azzeramento dei vertici aziendali e la rimozione del management collocato dal sistema Panzironi (Franco Panzironi, arrestato nell’inchiesta mafia Capitale, è stato il presidente dell’Ama e ha dato vita allo scandalo Parentopoli), la reinternalizzazione dei servizi e assorbimento dei lavoratori degli appalti ed un osservatorio dei comitati dei residenti sugli impianti di trattamento (in vista del nuovo Eco-distretto di Rocca Cencia)

Recita parte del volantino distribuito durante la protesta: “Ci fa rabbia che la potenziale valorizzazione del rifiuto e la trasformazione in risorsa che ha appianato i bilanci di molte aziende e prodotto ricchezza in molti comuni italiani, in Ama sia affidato ad un management di raccomandati e super pagati piazzati ai vertici aziendali da una ventennale spartizione clientelare e che negli ultimi anni ha raggiunto i limiti dell’indecenza facendo affari con la malavita organizzata”.

“Siamo amici di Buzzi, chissà ci fanno entrare” ironizzano i lavoratori che chiedono un incontro al neo Presidente Daniele Fortini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo lo scandalo di Mafia Capitale sembra che a pagare del malaffare istituzionale debbano essere, ancora una volta, i cittadini e i lavoratori. Operai delle varie cooperativa romane senza futuro e cittadini senza servizi.

I lavoratori presenti sotto il Palazzo di vetro di Via calderon de la barca, hanno chiesto un incontro con i vertici dell’Ama dopo un iniziale sit-in statico. Brevi momenti in cui è stata occupata la strada e poi, dopo varie richieste respinte, finalmente i vertici Ama hanno accettato di voler parlare con i delegati dei lavoratori presenti questa mattina.

Un incontro durato circa mezz’ora. Uscendo dal Palazzo l’unica vera risposta positiva è stata quella relativa agli appalti, in quanto è stato comunicato ai lavoratori che verrà fatta una verifica sui pagamenti degli stipendi che per molti lavoratori, finora, non sono stati garantiti; inoltre nella settimana del 12 gennaio si avrà un incontro relativo alla gestione degli appalti di derattizzazione.

Laureato in giurisprudenza, giornalista pubblicista, Co-fondatore e Direttore responsabile di Oltremedia. Il giornalismo lo intendo a 360°: video,montaggio,foto,scrittura.

nicola.gesualdo@oltremedianews.it

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com