K.A.P., il festival dei collettivi dell’università “Sapienza”

Dal 16 al 20 maggio prossimi si svolgerà, in varie facoltà dell’università “Sapienza” di Roma, il K.A.P. (Knowledge Against Power) Fest. La cinque giorni di eventi, organizzata dai collettivi di Giurisprudenza, Economia, Scienze Politiche,  Sociologia, Fisica e Ingegneria, ha lo scopo di riappropriarsi degli spazi della città universitaria capitolina.

La Sapienza infatti da troppo tempo, almeno stando al comunicato stilato dagli organizzatori dell’evento, è in mano a numerosi ministri e politici che sfruttano ogni occasione per organizzare incontri e dibattiti ” ad hoc” dove si racconta una realtà totalmente inventata, in cui un futuro roseo per l’intero paese, ma soprattutto per la ricerca e l’università in sé, la farà da padrone. Purtroppo il mondo reale mostra una situazione totalmente differente dove, al posto di investire nell’istruzione, si utilizzano grosse quantità di denaro in quelli che sono conosciuti come i grandi eventi o le grandi opere oppure, peggio ancora, per destinarli a costosissime spese militari.

Contemporaneamente a ciò il precariato continua ad essere una realtà costante del mondo universitario. Inoltre l’iscrizione ad un qualsiasi corso di laurea, visti i costi delle rette e dei libri, comincia ad essere un vero e proprio privilegio consentito a pochi e non un diritto riconosciuto a tutti.

Per questi motivi i collettivi della Sapienza hanno deciso di organizzare il K.A.P. per riprendersi i loro spazi e le loro facoltà attraverso dibattiti, pranzi sociali, tavole rotonde, eventi musicali e tanto altro ancora.

Tra la varie tematiche che verranno affrontate, da segnalare quella riguardante l’immigrazione, a cui verrà dedicata l’intera giornata di mercoledì 18 maggio, invece il 19 maggio sarà la giornata dedicata alla figura di Renato Biagetti, dove a seguire si terrà un dibattito a cui sarà presente anche la madre Stefania Zuccari. Venerdì 20 invece, ultimo giorno, si cercherà di capire qualcosa in più di quello che sta avvenendo in Francia in queste ultime settimane dove un grandissimo movimento popolare sta contestando animatamente la riforma del lavoro, conosciuta come ” Loi Travail, che il governo nazionale, guidato da un socialista, sta cercando di attuare nel minor tempo possibile.

Leggi: Renato Biagietti, un ricordo della madre Stefania

Romano di nascita, laureato in Scienze Storiche.
Attualmente autore presso “Oltremedia”, ho collaborato con “Linkursore”.
Mi interessa parlare dei lati più nascosti della mia città, ma anche della cultura e del mondo che mi circonda.

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com