Fine monopolio S.I.A.E.? Tutto falso secondo la Benvenuto Edizioni Musicali

By
On 11 gennaio 2013 At 19:55

Category : Culture

Responses : One Comment

Immagine

Qualche tempo fa avevamo pubblicato un articolo sul diritto d’autore che ha fatto il giro del web. La notizia circa l’eventuale fine del monopolio S.I.A.E. ha fatto il giro del web e suscitato parecchie discussioni. Ospitiamo oggi un punto di vista totalmente opposto fornitoci dalla Benvenuto Edizioni Musicali che ha scritto alla nostra redazione. 

Salve a tutti!

Da diversi giorni sto notando che alcuni siti, forum e fb stanno diffondendo in modo errato la notizia di liberalizzazione facendo passare come messaggio la fondatezza della fine del monopolio S.I.A.E.: TUTTO FALSO!!!

Se vi informaste meglio, il decreto riguarda la liberalizzazione dei diritti connessi Artisti, Interpreti ed Esecutori in capo a Nuovo IMAE ora liberi di essere gestiti anche da altre realtà. Questa liberalizzazione non concerne assolutamente il diritto d’autore della S.I.A.E. che rimane come tale.

Inoltre riscontro imprecisioni su dichiarazioni deliranti circa il costo al pubblico elevato dei CD, imputato a S.I.A.E., quando sono le case discografiche ed i distributori a deciderne il prezzo: il reale costo del bollino (diritto che va agli autori/editori del cd) è mediamente c.a Euro 0,80 per cad. cd album da 80 min.

Poi bisogna capire REALMENTE cosa sia il diritto d’autore prima di scrivere! Qualcuno ipotizza una tutela a 10 anni!!??!! Ora vi faccio una domanda: i vostri genitori muoiono e vi lasciano la loro casa costruita con grande passione e fatica… quanto voi vorreste tenere questa casa? 10 anni? Ecco vi siete già dati una risposta. La musica è il frutto del lavoro dell’autore e come tale va retribuita ogni qualvolta si scarica, si acquista e si suona. Altrimenti io domani vengo a mangiare gratis a casa di tutti voi, e mi fermo anche a dormire. Vi piace l’idea? Vi lamentate per la musica in rete che non è gratuita? Beh, non lo deve essere, ma pensate che negli ultimi rapporti IFPI alcuni Paesi hanno il triste primato al 90% della pirateria musicale online. Provate ad andare negli USA e su una strada vendere qualche cd pirata… avete quasi il 100% di possibilità di essere arrestati e se avete qualche 70.000,00 Dollari per la cauzione uscite fino al processo, altrimenti sarete graditi ospiti delle carceri americane… Quando andate al cinema, soventemente viene proiettato un avviso che comunica ai telespettatori che in caso di ripresa del film si incorre in conseguenze penali, ci avete mai fatto caso? In conclusione, prima di sparare sentenze o cattiva informazione ci si deve documentare, perché dietro un’opera musicale c’è la creatività di un artista, la sua vita, la sua storia, il suo sudore e la speranza di consegnare alla storia la propria impronta, il proprio sogno, il proprio figlio.

Roby Benvenuto
Benvenuto Edizioni Musicali
www.benvenutoedizioni.com
Editore di Martin Solveig, Clamaran, Vanessa Paradis, Andrea Bocelli, Bob Sinclar, Johnny Hallyday, Gerardina Trovato, Matthieu Chedid (-M-), Soundtracks “Un mostro a Parigi”, New Trolls ed oltre 58,000 titoli in catalogo.

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com

 



Comments

  1. Questo sta delirando. Mette la punizione di uno spacciatore di droga o di chi fa una rapina sullo stesso piano di chi compra un cd da un marocchino….

     — Reply