Ex Snia: giornata di resistenza al laghetto di via Prenestina

Il laghetto dell’Ex Snia Viscosa, uno spazio verde all’incrocio tra via Prenestina e via di Portonaccio a Roma, è uno dei pochi luoghi naturali che ha vinto la sua battaglia contro la speculazione e la cementificazione in quella zona della Capitale d’Italia. Con l’avvicinarsi della festa del 25 aprile, in cui si ricorda la caduta e la cacciata delle truppe nazi-fasciste dal Belpaese, anche in questo luogo si è voluto dar vita ad un vero e proprio “evento resistente“.

All’incirca un anno fa, grazie al lavoro del Forum del Parco delle Energie, il laghetto dell’Ex Snia cominciò ad aprire le sue porte ogni giorno, dall’alba al tramonto. Tutto questo avveniva dopo oltre vent’anni di lotte pubbliche in cui si era riusciti a strappare lo stesso laghetto dalle logiche capitalistiche che volevano prosciugare l’area per far spazio all’ennesima colata di cemento. Ad oggi la richiesta è che l’area del lago venga dichiarata, dalla Regione Lazio, un vero e proprio “Monumento Naturale“.

Da allora, ciò che è successo in quell’area, è diventato un vero e proprio baluardo per tutte quelle lotte ambientali che stanno avvenendo, negli ultimi tempi, in moltissime zone di Roma Est. Questa lista, purtroppo, è già bella lunga e, nonostante le varie promesse istituzionali continua ad allargarsi, ogni giorno, sempre di più: dalla “terra dei fuochi” scoperta nel parco di Centocelle fino alla costruzione di nuovi edifici cementificati, sono molti gli esempi che si potrebbero fare a proposito.

Per dar voce a tutte queste battaglie, ma anche per far vedere a che punto è la situazione al laghetto dell’Ex Snia, è stato organizzato per domenica prossima, 23 aprile 2017, l’evento ” Lago Libera Tutt* 2- ritorno al lago che combatte. Dalla mattina al tramonto si terrà una grande manifestazione popolare che cercherà di far prevalere gli ambiti “ambientalisti su qualsiasi altra forma di speculazione sul territorio.

lago ex snia 23 aprile 2017

La giornata, organizzata dal sovra-citato Forum del Parco delle Energie, prevede la possibilità di prendere parola su un palco che verrà eretto, per l’occasione, sulle sponde dello stesso lago dello Snia. Tutto questo per far prevalere, come scritto nel comunicato diramato dagli stessi attivisti dell’Ex Snia pochi giorni fa, e per ” rilanciare in tutta la città le battaglie contro la speculazione e lo sfruttamento. La storia del lago Ex Snia ci dimostra che è possibile vincere contro i grandi speculatori ma per farlo occorre garantire presenza, tenacia, allargamento della partecipazione e organizzazione“.

Romano di nascita, laureato in Scienze Storiche.
Attualmente autore presso “Oltremedia”, ho collaborato con “Linkursore”.
Mi interessa parlare dei lati più nascosti della mia città, ma anche della cultura e del mondo che mi circonda.

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com