Enotica: la tre giorni di connubio tra vino ed eros al CSOA Forte Prenestino

Vino color del giorno, vino color della notte, vino con piedi di porpora o sangue di topazio, vino, stellato figlio della terra, vino, liscio come una spada d’oro, morbido come un disordinato velluto, vino inchiocciolato e sospeso, amoroso, marino, non sei mai presente in una sola coppa, in un canto, in un uomo, sei corale, gregario e, quanto meno, scambievole“. Con queste parole Pablo Neruda, uno dei più grandi poeti del XX secolo, descriveva, nella sua “Ode al vino“, la bevanda preferita del dio Bacco.

Penso che questo sia il miglior modo per lodare il protagonista assoluto di “Enotica 2018- festival del vino e della sensualità“. Anche quest’anno la kermesse, giunta all’ottava edizione ed in programma da venerdì 16 a domenica 18 marzo 2018, si terrà nella suggestiva cornice del CSOA Forte Prenestino di Roma.

Enotica nasce nel 2004, da una idea dell’anarco-enologo Giovanni Veronelli, all’interno dell’enoteca del più conosciuto spazio sociale capitolino. L’obiettivo del festival, secondo gli ideali di Veronelli stesso, era quello di trovare un contrasto alla grande industria vinicola mondiale per riscoprire la sensorialità del gusto ed immaginare un circuito virtuoso tra qualità dell’ambiente, della produzione e delle relazioni sociali.

Durante la tre giorni di Enotica, all’interno delle centinaia di celle del Forte Prenestino, arriveranno circa 60 vignaioli provenienti da ogni angolo dello Belpaese che permetteranno a tutti i presenti di assaggiare, ed eventualmente comprare, le loro bottiglie. Insieme ad essi saranno presenti anche produttori di birra artigianale e contadini che basano il loro lavoro nei campi su concetti quali biodiversità, produzione biologica ed impatto ambientale.

L’ospite d’eccezione, come nelle passate edizioni, sarà il “Vino Critico“. Tale bevanda nasce su ideali ben precisi: la non speculazione sul prezzo, la certificazione biologica garantita e la provenienza certificata.

Oltre alle degustazioni sarà possibile assistere a mostre, cabaret, dj set e live music: tutte queste forme artistiche cercheranno, in vari modi, di unire il mondo del vino a quello dell’eros. Per quel che riguarda la musica ricordiamo che, quest’anno, si esibiranno anche artisti conosciuti dai più: O’ Zulù dei 99 Posse e la Bandabardò giusto per citare qualche nome.

Qualsiasi info su orari di apertura, prezzi e altro lo potete trovare al seguente sito internethttp://www.enotica.net/il-festival.html.

 

enotica 2018

Romano di nascita, laureato in Scienze Storiche.
Attualmente autore presso “Oltremedia”, ho collaborato con “Linkursore”.
Mi interessa parlare dei lati più nascosti della mia città, ma anche della cultura e del mondo che mi circonda.

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com