Cinema America: fallito lo sgombero, la protesta continua

Dopo due giorni (19 e 20 Marzo scorsi) di proiezioni, studio e dibattiti gli ex occupanti del Cinema America in Trastevere hanno lasciato il tetto dell’edificio su cui si erano accampati, ma la protesta non finisce qui: in attesa di un dialogo col Campidoglio, i ragazzi avvertono “saliremo sui tetti anche delle altre sale dismesse per farle rivivere e per riportare in vita questi luoghi abbandonati, dormendo nelle tende e proiettando in ogni dove film e documentari, perché questa è la Capitale del Cinema e come tale va fatta vivere e riviverePretendiamo incentivi e azzeramento degli oneri per la gestione e riapertura delle sale, assieme ad una tassazione fiscale speciale per chi abbandona questi storici edifici, che rappresentano, se chiusi, negazione di servizi sociali e culturali per tutti i territori“.

A sostegno dei ragazzi durante l’occupazione del tetto, sono intervenuti diversi personaggi del mondo cinematografico, anch’essi indignati e delusi per la situazione. Francesca Archibugi (regista e sceneggiatrice) dopo aver ripercorso brevemente la carriera di Truffaut ha dichiarato che “il cinema riprende sempre forza dalla protesta di un gruppo di giovani che si è rotto le scatole. Perciò, è il momento per noi di stare zitti e ascoltarli, anche l’amministrazione dovrebbe farlo“, e ancora, Francesco Bruni (sceneggiatore) “Sono stato da poco in Francia e le piccole città di provincia sono piene di cinema che funzionano fantasticamente. Vi ringrazio perché il Cinema America oltre ad essere un’esperienza stupenda è anche ormai una realtà riconosciuta all’interno del mondo del cinema: avete una rassegna al MAXXI, collaborate ai casting, invitate i registi e vi sento citare ai convegni. Anche se questa esperienza non arriverà alla vittoria comunque avrete fatto delle cose stupende e dovrete continuare a farle“.
La serata si è conclusa dopo gli interventi degli altri ospiti, tra cui Mario Martone (regista de Il giovane favoloso) e Ivan Cotroneo. Al mattino, quando la protesta era già terminata e l’area occupata completamente ripulita, i ragazzi hanno trovato la polizia ad attenderlisottolineando di essere stata sollecitata ad intervenire con la celere dal Sindaco e dal suo gabinetto, oltre che dalla proprietà“.

“Tre film al giorno, tre libri alla settimana, dei dischi di grande musica faranno la mia felicità fino alla mia morte.” – François Truffaut

Studio Lettere e Spettacolo alla Sapienza di Roma.
Amo l’arte in ogni sua forma e credo che sia la migliore via di fuga dal mondo. Se potessi essere un film, sceglierei d’essere Manhattan di Woody Allen.
Casomai non si fosse capito, scrivo di cinema.

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com