Cina e Iran celebrano la Via della Seta 2.0

Non solo notizie di guerra, per fortuna arrivano anche notizie che ci parlano di un mondo che sta cambiando velocemente e sempre più interconnesso. In Iran nelle scorse ore si è verificato un avvenimento storico, ovvero l’arrivo di ben 32 container di merci nella stazione di Teheran provenienti dalla regione sudorientale dello Zhejiang, più precisamente dalla città di Yiwu, in Cina, uno dei poli commerciali più impetuosi e dinamici degli ultimi anni.

Solitamente le merci arrivavano in Iran per via marittima,  impiegandoci un mese in più rispetto ai 14 giorni che hanno impiegato ad arrivare tramite ferrovia. Una vera e propria Via della Seta 2.0 che potrebbe rivoluzionare il commercio in Asia e non solo. Si tratta del nuovo treno merci che collega Pechino a Teheran passando per Kazakhstan e Turkmenistan, un vero proprio gioiello che prelude a nuove fruttuose cooperazioni tra i due Paesi e che potrebbe diventare un volano per una maggiore integrazione economica. Non a caso anche il presidente Xi Jinping è arrivato a Teheran proprio pochi giorno dopo la storica fine delle sanzioni internazionali, ed è stato il primo presidente straniero a recarsi in Iran dopo moltissimo tempo, nonchè il primo presidente cinese a tornare in Iran dopo 14 anni.

A oggi la bilancia commerciale tra i due paesi ammonta a circa 46 milioni di euro ma ora, in base ai rinnovati rapporti tra i due paesi, l’obiettivo è diventato quello di superare i 500 milioni entro il 2026. Inoltre proprio in Cina secondo l’agenzia Xinhua ci sono qualcosa come 4000 imprenditori mediorientali che fanno affari con i loro paesi d’origine aumentando quindi l’interconnessione della Cina con il Medio Oriente e con il resto del mondo. Solo nel 2015 le merci esportate hanno raggiunto gli 8 miliardi di euro e ora con la nuova Via della Seta anche l’Iran potrebbe trarne giovamento proponendosi come un vero e proprio hub ferroviario in grado di fare da intermediario tra Pechino e l’Europa.

Photo Credit

Laureato in Storia Contemporanea, ha da sempre coltivato una viva passione per la scrittura e per il giornalismo. Appassionato di politica estera partecipa sin dagli inizi al progetto di “Oltremedia” .

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com