Bari Vecchia. Tra sapori e odori

Bari Vecchia, o meglio, il quartiere di San Nicola, santo patrono del capoluogo pugliese, sembrano essere rinati.

“Le Barise so’ come Sanda Necola, so amande de le frastejiere”, un detto che forse davvero rispecchia quello che sta diventando Bari, una città aperta, dove i turisti passeggiano tranquillamente per le vie di “Bari Vecchia” e le signore del luogo aprono le porte delle proprie case a piano terra per invitare gli stessi “frastejiere” a degustare i sapori di una terra ricca, non solo di cibo, ma anche di ospitalità. Infatti il detto proprio questo recita: “I baresi sono come San Nicola, sono amanti dei forestieri”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pensare che fino a più di un decennio fa Bari Vecchia era praticamente invalicabile, a causa della presenza di una forte microcriminalità che gestiva il territorio dello storico quartiere barese. Ad oggi qualcosa è cambiato, e si avverte appena si varcano le mura del quartiere San Nicola. La tranquillità e la bellezza del quartiere la fanno da padrone. Il profumo della biancheria pulita, stesa in ogni vicolo del quartiere, caratterizza ancora di più una parte di città che ha dovuto superare mille ostacoli e, soprattutto tantissimi pregiudizi. Anche la sera la movida riempie le piazzette ed i vicoli del quartiere.

Purtroppo i problemi rimangono, soprattutto la mancanza di lavoro non contribuisce ad una crescita complessiva di una città che può continuare a dare tanto. Sicuramente lo status attuale di Bari Vecchia potrebbe essere un ottimo biglietto da visita.

Foto di Maria Gerardi

Laureato in giurisprudenza, giornalista pubblicista, Co-fondatore e Direttore responsabile di Oltremedia. Il giornalismo lo intendo a 360°: video,montaggio,foto,scrittura.

nicola.gesualdo@oltremedianews.it

Add your comment

XHTML : You may use these tags : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled website. To get your own globally-recognized avatar, please register at Gravatar.com