Agorà

Migranti: quando la destra continua a fare propaganda

By Roberto Consiglio • 2 novembre 2016

Martedì scorso, 1 novembre 2016, è stata una giornata dall’alto tasso antirazzista a Milano. Nel capoluogo lombardo, infatti, era previsto l’arrivo di circa 300 migranti che sarebbero stati accolti nell’ex caserma Montello, zona nord-ovest della città.
Appena saputo della vicenda, alcuni gruppi di destra come Lega Nord e Casapound hanno iniziato a continua

Milano. L’orbita razzista emula Goro, ma la Milano solidale risponde

By Nicola Gesualdo • 28 ottobre 2016

L’1 novembre a Milano 150 migranti verranno accolti nella ex caserma Montello, in via Caracciolo, zona piazza Firenze. Dopo la rivolta avvenuta nel piccolo paesino di Goro, nel ferrarese, che ha sortito gli effetti sperati dei manifestanti anti-immigrati, la Lega di Salvini, Casapound e tutta l’orbita nera, cerca di emulare continua

Referendum: le ragioni del No. Intervista al presidente dell’ANPI di Roma

By Roberto Consiglio • 17 ottobre 2016

Il prossimo 4 dicembre in Italia si voterà per la riforma costituzionale voluta fortemente dal governo Renzi. Lo stesso presidente del Consiglio italiano, da un pò di tempo, ha dato il via ad una campagna elettorale asfissiante in cui non ha risparmiato nessun colpo basso verso coloro che, per un continua

Quali sorti per l’Italicum?

By Redazione • 2 ottobre 2016

Come si apprende ormai da molti mesi sui giornali, Matteo Renzi è fortemente impegnato in una difficile campagna referendaria in favore del “Sì”. Se l’Italicum aveva rappresentato giá un punto di svolta nella sua carriera politica, in quanto strettamente legato alla riforma costituzionale: con il referendum Renzi-Boschi entriamo in una fase clou continua

Migranti: continua la costruzione della fortezza Europa

By Roberto Consiglio • 30 settembre 2016

Ci risiamo, nonostante i vari proclami e gli auspici fatti durante le ultime riunioni dei capi di stato europei, il vecchio continente ancora non riesce a trovare una intesa unica per quanto riguarda la questione dei migranti. Anzi, per molti, si sono registrati notevoli passi indietro, in molte zone della continua

Brigate di Solidarietà Attiva: l’altra faccia della solidarietà nelle zone terremotate

By Roberto Consiglio • 4 settembre 2016

Lo scorso 24 agosto le province di Rieti ed Ascoli Piceno, nello specifico i paesi di Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e Acquasanta Terme, sono stati colpiti da un terremoto del sesto grado della scala Richter: al momento le vittime accertate sono 295. Nelle ore immediatamente successive è partita la continua

Strage Piazza della Loggia, ancora una volta Stato e fascisti

By Nicola Gesualdo • 11 agosto 2016

Brescia, Strage di Piazza della Loggia, i giudici della Corte d’Assise d’appello di Milano hanno pubblicato le motivazioni della sentenza che ha condannato all’ergastolo Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte.
“La strage di piazza della Loggia a Brescia è sicuramente riconducibile alla destra eversiva e tutti gli elementi evidenziati convergono inequivocabilmente continua

Intervista a “Il combattente”, soldato italiano anti-Isis

By Nicola Gesualdo • 8 agosto 2016

“Il combattente” è Karim Franceschi, è un ragazzo di 26 anni che vive a Senigallia, nelle Marche. Un anno fa è partito per la Siria per combattere accanto al popolo curdo contro l’Isis, riuscendo a liberare la città di Kobane. Da questa esperienza è nato un libro, appunto “Il combattente”.
Leggi: continua

Femminicidio. Ora basta

By Nicola Gesualdo • 3 agosto 2016

Quanti ancora? La donna a cui è stato dato fuoco ieri a Lucca, non c’è l’ha fatta a superare la notte, è morta questa mattina all’alba. Si chiamava Vania Vannucchi e va ad incrementare la lista dei femminicidi avvenuti in Italia dall’inizio dell’anno, siamo a 60. Vania voleva denunciare colui che, continua

2 Agosto 1944. Lo sterminio dei Rom e il progetto PAL

By Redazione • 2 agosto 2016

Il 2 agosto 1944 le SS di guardia nel lager di Auschwitz-Birkenau sterminavano il campo delle famiglie Rom, mandando a morire nelle camere a gas 2.897 zingari tra uomini, donne e bambini, i quali trovarono la morte nel crematorio numero 5, quello più vicino allo Zigeunerlager. Una strage conosciuta con continua